Casa

Penso spesso alla tua casa. Al rifugio che era, per me bambina e me adulta. Arrivavo al cancello, salivo le scale di marmo e arrivavo al citofono. Suonavo e attraverso la vetrata guardavo la tua porta aprirsi, il tuo viso sbucare e sorridere. Potevo immaginare il tuo braccio che teneva l’altro capo del citofono e […]