Mi sono seduta comoda nel buco dei giorni senza di te, avevo alternative? Dimmi che domani torni. Con quegli occhi là, quella voce là.   Ogni anno sei più lontana dai ricordi vividi e dalle sensazioni (quanta paura fa?), però sei con me, in un modo o nell’altro. E lo sarai sempre. Mi manchi tanto.

Per un’amica che cresce

Come quei muri che mettono paura, per quanto sono intonsi. Che sono curiosi di essere decorati da foto e ricordi, scheggiati da passi veloci, da movimenti distratti. Quel soffitto sconosciuto, che non hai ancora fissato e imparato a memoria in ogni gioco di vernice e ombra. Resta lì in attesa di essere spiato nei colori […]

Casa

Penso spesso alla tua casa. Al rifugio che era, per me bambina e me adulta. Arrivavo al cancello, salivo le scale di marmo e arrivavo al citofono. Suonavo e attraverso la vetrata guardavo la tua porta aprirsi, il tuo viso sbucare e sorridere. Potevo immaginare il tuo braccio che teneva l’altro capo del citofono e […]

Lettera #2

Eccomi, di nuovo. Da pochi giorni è arrivato il freddo, quello di un novembre limpido e pulito. Un mesetto fa mi sono laureata, ho festeggiato, ho avuto una luce meravigliosa negli occhi per giorni e giorni. Se ripenso a quel giorno, sul divano, in cui mi dicesti di sbrigarmi a prendere la laurea, che avresti […]